DA OVIDIO 2017

 

DA OVIDIO 2017 AI DISTRETTI CULTURALI EVOLUTI

 

Gli studenti dell’Istituto alberghiero di Roccaraso “all’opera” per Ovidio 2017

Da Ovidio oltre Ovidio: anche gli studenti dell’istituto Alberghiero “De Panfilis” di Roccaraso protagonisti degli eventi per il Bimillenario della morte di Ovidio celebrato a Sulmona. Una rappresentanza dell’Istituto ha preso parte al convegno “Da Ovidio 2017 ai distretti culturali evoluti”, organizzato dal Liceo Scientifico di Sulmona, sabato 4 febbraio al teatro “Maria Caniglia”. Il convegno, moderato dal dirigente scolastico del polo scientifico-tecnologico “Fermi” nonché dell’Istituto Omnicomprensivo di Roccaraso, Massimo Di Paolo, ha rappresentato per gli studenti la preziosa possibilità di confrontarsi con studiosi e politici su temi di strettissima attualità. Per i ragazzi dell’Istituto Alberghiero, seguiti dalla docente di Laboratorio di servizi di Accoglienza Turistica, Margherita De Nardis, l’incontro sulmonese è stata, però, anche l'occasione per mettere in campo le “professionalità” che stanno costruendo nel loro percorso scolastico, attraverso i servizi di accoglienza e reception forniti a tutti gli intervenuti al convegno. I lavori della giornata sono stati aperti dai saluti del preside Di Paolo e dei sindaci di Sulmona, Annamaria Casini, Castel di Sangro, Angelo Caruso, e Corfinio, Massimo Colangelo, e il presidente della provincia Antonio De Crescentiis. La parola è poi passata ai tecnici: Pier Luigi Sacco, docente di Economia della Cultura (Università IULM di Milano) e la sociologa Eide Spedicato Iengo (Università “G. d’Annunzio” di Chieti). Entrambi hanno messo in evidenza l'importanza della scuola per costruire il futuro. Un futuro di crescita, di progresso e di appartenenza culturale e civica. “Cercheremo di capitalizzare le riflessioni raccolte in questa giornata”, ha sottolineato il dirigente scolastico, Massimo Di Paolo, “e l’occasione offertaci da Ovidio 2017 per intervenire concretamente nel dibattito sul turismo e sulla cultura che tanto interessa il nostro territorio. Rifletteremo su un modello di organizzazione socio-culturale che possa far crescere questo territorio, partendo proprio dal mondo della scuola”.

 

 
 
 
     
  Ovidio post evento2   
     
  Ovidio post evento3   

Pubblicata il 11 febbraio 2017

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.